MALATTIE E MALESSERI
Che cos’è l’anemia?
Tempo di lettura: min 2:08

Che cos’è l’anemia?

L’anemia è il termine medico che indica la diminuzione di emoglobina nel sangue.

La carenza di ferro è la tipologia più comune di anemia, soprattutto nelle donne fertili e nelle persone anziane, chiamata anche anemia marziale o anemia sideropenica

Questa condizione, caratterizzata da un inadeguato livello di ferro nel sangue, comporta la compromissione del trasporto dell’ossigeno che circola proprio attraverso il sangue.



Che cos’è l’anemia da carenza di ferro?

Il ferro è un minerale fondamentale per alcune funzioni biologiche, tra le quali la formazione dell’emoglobina. 

La mancanza di ferro spesso è provocata da uno scarso apporto alimentare, da problemi legati all’assorbimento e da perdite ematiche.

L’insufficienza della produzione di emoglobina determina una scarsa circolazione di ossigeno attraverso l’organismo.



Quali sono le cause dell’anemia da carenza di ferro?

L’anemia da carenza di ferro si verifica quando l’organismo non ha livelli di ferro sufficienti a produrre l’emoglobina.

L’emoglobina è una proteina presente nei globuli rossi che si lega all’ossigeno e lo trasporta attraverso il sangue per alimentare organi, tessuti e muscoli.



Quali sono i sintomi dell’anemia da carenza di ferro?

I sintomi di un’anemia da carenza di ferro cambiano in base al grado di deficit.

Inizialmente possono essere lievi perché l’organismo si approvvigiona dai depositi di ferro presenti sotto forma di ferritina. 

Quando invece la carenza inizia a farsi più importante, i sintomi si intensificano e si possono manifestare:

  • pallore
  • mal di testa
  • irritabilità
  • insonnia
  • dolore toracico
  • mani e piedi freddi
  • vertigini e capogiri
  • estremo affaticamento e debolezza
  • fiato corto e mancanza di respiro
  • accelerazione del battito cardiaco


Come prevenire l’anemia da carenza di ferro?

Come per ogni cosa la prevenzione è molto importante per evitare l’insorgere di problematiche, come in questo caso l’anemia.

Occorre seguire un’alimentazione varia che includa alimenti ricchi di ferro come carne rossa, verdure a foglia verde, frutta secca, frutti di mare e fagioli. 

A questi alimenti si possono affiancare cibi con alto contenuto di vitamina C che, come risaputo,  migliorano l’assorbimento di ferro.


Conclusioni

Se si hanno i sintomi sopra elencati è sempre opportuno parlarne con il proprio medico poiché le cause possono essere molte, specialmente nelle persone anziane.

La scarsa presenza di globuli rossi o di emoglobina  nel sangue va sempre valutata ed accertata tramite appositi screening, volti ad individuare la causa scatenante la carenza.