CASA E CONSUMI
Bonus trasporti: sconti su bus e metro
Tempo di lettura: min 1:23
E' ufficialmente operativo il "Bonus trasporti", istituito dal Decreto Aiuti n. 50 2022, con il quale si  può ottenere un buono da 60 euro per l'acquisto di abbonamenti ai trasporti pubblici.
Si tratta, dunque, di un bonus di 60 euro per dare un aiuto a studenti, lavoratori, pensionati e per tutti quei cittadini che utilizzano il trasporto pubblico, con reddito inferiore a trentacinque mila euro annui.
 
Il buono trasporti è utilizzabile per l'acquisto di abbonamenti annuali o mensili relativi a servizi di trasporto pubblico di tipo locale, regionale e interregionale
o per i servizi di trasporto ferroviario nazionale.
Il bonus trasporti è utilizzabile  anche per l'acquisto di più abbonamenti mensili, ma è necessario fare domanda mese per mese.

Il buono può essere pari fino al 100% della spesa da sostenere ma , in ogni caso, con il limite massimo di valore pari a 60 euro mensili.

Potranno ottenere il Bonus trasporti le persone fisiche che nell'anno 2021 hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35mila euro, da certificare con una autodichiarazione.
 
Inoltre, per chi avesse un reddito superiore ai trentacinque mila euro, sarà possibile scaricare dalla dichiarazione dei redditi la spesa sostenuta per gli abbonamenti di autobus, treni e trasporto pubblico locale in genere (inclusa metropolitana), regionale e interregionale fino al 19% calcolato su un costo annuo massimo di 250 euro. 

La detrazione spetta anche per le spese sostenute per i familiari fiscalmente a carico. Fermo restando il limite annuo di importo complessivo (250 euro). La detrazione massima spettante, quindi, è pari a 47,50 (19% di 250).

I cittadini, dovranno però conservare la ricevuta di pagamento e poi indicare la spesa sostenuta nella dichiarazione dei redditi successiva all’anno di effettuazione della spesa, nell’apposita sezione con l’apposito codice introdotto dall’agenzia delle Entrate nel modello 730.